FASCINAZIONI. Scultura, grafica e pittura dell’archeologo Renato Perini

Inaugurazione 28 giugno 2024

Nel centenario della nascita di Renato Perini (1924-2007), il Museo Diocesano Tridentino, dal 28 giugno 2024, ospita la prima mostra monografica dedicata alla sua inedita produzione artistica.

Noto per il suo fondamentale contributo al rinnovamento dell’archeologia preistorica alpina, il “Maestro”, com'era chiamato a testimonianza del suo particolare contributo alla costruzione di conoscenza, ha lasciato centinaia di dipinti, disegni e sculture in legno, realizzati prevalentemente in una dimensione di vita privata e familiare; fino ad oggi questa parte della sua eredità culturale, oggetto di positivi ma fugaci riscontri critici, è rimasta in ombra.

Organizzata dalle associazioni culturali Sintesi - Museo Didattico e Bianconero, in collaborazione con il Museo Diocesano Tridentino, l’iniziativa intende valorizzare un percorso creativo che rimonta agli anni del secondo conflitto mondiale per concludersi, senza soluzione di continuità, solo all’alba del terzo millennio.

Una scelta di oltre settanta opere, accompagnate da schizzi e taccuini, su cui Renato Perini annotava instancabilmente il flusso dei pensieri e delle impressioni, documenta le varie fasi di una ricerca nata da un’intima urgenza espressiva, tra senso vivo dello spettacolo della natura, stupore del sacro e dialogo vivo con la contemporaneità.

Le diverse sezioni espositive presentano, per gruppi, la varietà di supporti e materiali sperimentata nel tempo da Renato Perini, dalle prime prove pittoriche alla “scoperta” della scultura in legno, suo materiale di elezione, fino alle chine e ai gessetti che formano l’ultima parte della sua produzione; senza dimenticare i bozzetti e gli studi che accompagnavano ad ogni passo anche il suo lavoro di archeologo. La sua fama internazionale è legata in particolare alle campagne di scavo condotte tra il 1969 e il 1976 nel sito palafitticolo della torbiera di Fiavé. A un secolo dalla nascita, il profilo di Renato Perini si arricchisce ora di nuovi, preziosi elementi che lo confermano interprete sensibile del patrimonio ambientale e di cultura della sua terra.

La mostra è realizzata nell'ambito di Trento Capitale Europea del Volontariato 2024. In questo importante contesto, il museo rinnova il suo impegno di apertura alle associazioni e alla comunità, invitando tutti i cittadini a partecipare e a contribuire attivamente alle attività culturali e sociali legate alla mostra.

 

FASCINAZIONI. Scultura, grafica e pittura dell’archeologo Renato Perini

28 giugno – 16 settembre 2024

INAUGURAZIONE 28 GIUGNO ORE 17.00
Dopo l'inaugurazione la mostra sarà visitabile gratuitamente fino alle ore 19:00

 

A cura di 
Marta Villa, Anna Perini, Paola Perini
 
Progetto espositivo e coordinamento allestitivo
Maddalena De Feo

Ricerche 
Elena Munerati, Flavia Perini

Testi
Katia Malatesta

Grafica

Giulio Marzatico

Traduzioni
Marianna Beltrami

Una proposta delle associazioni
Sintesi - Museo Didattico e Bianconero

In collaborazione con
Museo Diocesano Tridentino

Con il contributo di
Fondazione Caritro
Banca Generali Private
Banca per il Trentino-Alto Adige

E la collaborazione di
Provincia Autonoma di Trento

La visita alla mostra rientra nel biglietto d’ingresso al Museo ed è visitabile con i consueti orari del Museo: 10.00-13.00 e 14.00-18.00 (chiuso ogni martedì).

Comunicato stampa
Press kit




_______________________


VISITE GUIDATE ALLA MOSTRA
Sabato 29 giugno 2024, ore 16.00 – 17.00
Il Museo propone delle visite guidate in occasione della nuova mostra FASCINAZIONI. Scultura, grafica e pittura dell’archeologo Renato Perini. La visita guidata dura un'ora e rientra nel biglietto intero d'ingresso al museo (7€). Per partecipare è necessario prenotarsi tramite email prenotazioni@mdtn.it o telefonando al numero 0461 234419. Posti limitati (massimo 25 persone).