I codici miniati

Il museo conserva un piccolo ma prezioso nucleo di codici miniati, proveniente in gran parte dalla raccolta libraria che fin dal Medioevo si andò costituendo...

Negli spazi dell'antica torre del Palazzo Episcopatum, è esposto un piccolo ma prezioso nucleo di codici miniati, proveniente in gran parte dalla raccolta libraria che fin dal Medioevo si andò costituendo presso la Cattedrale di San Vigilio, comprendente i libri necessari alle funzioni liturgiche e i testi in uso nell'annessa biblioteca del capitolo.

Si segnala in particolare il Sacramentario gregoriano ‘ottoniano' con Antifonario corredato da miniature della Germania meridionale, risalente alla seconda metà del secolo XI; la Bibbia, parte seconda (Salmi-Epistole), attribuita al Maestro della Bibbia d'Avila, della seconda metà del XII secolo; gli Antifonari, parte di una serie omogenea di corali del primo Quattrocento, in uso nella Cattedrale trentina fin dopo la metà dell'Ottocento.