Natale in bianco e nero. Dalla collezione di incisioni antiche del Museo

5 dicembre 2018 - 7 gennaio 2019

Dal 5 dicembre 2018 al 7 gennaio 2019 il Museo Diocesano Tridentino ospita nelle sale del piano terra la mostra Natale in bianco e nero. Dalla collezione di incisioni antiche del Museo. L'esposizione presenta una selezione di incisioni appartenenti alla Collezione vescovile di stampe, una raccolta di circa 5.000 fogli realizzati tra il XVI e il XIX secolo da importanti incisori italiani, tedeschi, fiamminghi, francesi ed inglesi. La collezione, riunita dai principi vescovi di Trento a partire dal XVIII secolo, è considerata una delle più importati del Trivento ed annovera stampe di Agostino Carracci, Guido Reni, Jacques Callot, Giandomenico Tiepolo, Luca di Leyda e Rembrandt van Rijn. Un tesoro solitamente non esposto al pubblico, che il Museo intende valorizzare, offrendo ai visitatori l'opportunità di avvicinarsi al linguaggio incisorio e alla grafica attraverso opere di altissimo pregio.

 

Il tema che accomuna le immagini esposte è la Natività, declinata anche tramite l'iconografia dell’Adorazione dei pastori e dell'Adorazione dei Magi. Questi episodi, che si possono annoverare tra i più amati e rappresentati nell’arte cristiana, vengono tradotti in immagine dai vari artisti con linguaggi differenti, che riflettono sia lo stile dell'epoca, sia le caratteristiche espressive delle tecniche incisorie adottate. Dal segno marcato e inconfondibile della xilografia alle morbide linee dell'acquaforte, la mostra è anche un viaggio nelle principali tecniche della stampa, dove al colore si sostituisce un armonico ed elegante accostamento di parti bianche e nere.

 

La mostra, infine, intende proporre una riflessione sui diversi aspetti iconografici che la tradizione artistica ha elaborato, soffermandosi sull’analisi degli elementi simbolici che connotano la scena della Natività, dell’Adorazione dei pastori e dell'Adorazione dei Magi. Per quanto la base del racconto sia la narrazione evangelica di Matteo e Luca (Mt 2, 1-12; Lc 2, 1-20), molte caratteristiche e numerosi particolari di opere che illustrano i tre episodi sono infatti riconducibili, almeno in gran parte, ai Vangeli Apocrifi e ad altri testi cristiani, diffusi soprattutto in epoca medievale, come la Legenda Aurea, le Meditazioni sulla vita di Cristo (entrambi del XIII secolo)e La storia dei Re Magi di Giovanni Hildesheim (seconda metà del XIV secolo). Alla letteratura apocrifa si devono alcuni simboli della Natività ormai universalmente diffusi, ma che non trovano menzione in nessuno dei Vangeli canonici. L’umanità e la semplicità di questi elementi, che nel corso dei secoli acquisirono comunque una loro sacralità, hanno contribuito in maniera determinante alla storia della rappresentazione della nascita di Cristo.

 

La mostra è visitabile gratuitamente nelle sale del piano terra secondo l'orario di apertura del Museo: 9.30-12.30 / 14.00-17.30, domenica: 10.00-13.00 / 14.00-18.00, chiuso ogni martedì, 25 dicembre, 1 gennaio, 6 gennaio.

Iniziative collegate alla mostra

 

Domenica 2 e 16 dicembre 2018, ore 16.00

Fare Natale. Laboratori natalizi per famiglie

In occasione delle festività natalizie il Museo Diocesano Tridentino propone un laboratorio creativo per famiglie destinato a bambini dai 6 ai 12 anni d'età. Attraverso la tecnica di stampa su adigraf, i partecipanti potranno realizzare un biglietto di auguri personalizzato e scoprire il suggestivo mondo dell'incisione.

Il costo è di 4,00 euro a bambino/a; è prevista la presenza di un adulto accompagnatore per tutta la durata dell’attività. Partecipazione su prenotazione fino ad esaurimento dei posti disponibili al numero 0461.234419.

 

Mercoledì 12 dicembre 2018, ore 16.30

Chi è Santa Lucia? Cinque sensi in gioco per conoscere la sua storia

Mercoledì 12 dicembre, il giorno che precede la festa di santa Lucia, il Museo Diocesano Tridentino aprirà le sue porte a tutti i bambini e le bambine che vorranno conoscere la storia della santa in modo nuovo e divertente. In un’atmosfera suggestiva e natalizia, i bimbi e le loro famiglie saranno accolti in museo da un buffo cantastorie che li accompagnerà in un viaggio scandito dai cinque sensi: vista, olfatto, tatto, gusto e udito saranno messi in gioco per scoprire la storia e le tradizioni collegate alla santa che inaugura le festività del Natale.

Il costo è di 4,00 euro a bambino/a; è prevista la presenza di un adulto accompagnatore per tutta la durata dell’attività. Partecipazione su prenotazione fino ad esaurimento dei posti disponibili al numero 0461.234419. Età consigliata: 4 - 6 anni.

 

Domenica 16 dicembre 2018, ore 16.00

Guidati da una stella. Il racconto del Natale nell'arte

Un percorso guidato a tema dedicato alla scoperta dell'iconografia della Natività. Un affascinante viaggio nella storia e nell'arte tra curiosità, miti e leggende che hanno arricchito, nel corso dei secoli, il racconto della nascita di Cristo.

La partecipazione alla visita guidata è compresa nel biglietto d'ingresso al museo e non necessita di prenotazione.

 

Sabato 22 dicembre, ore 17.30

Ninaninà

Sabato 22 dicembre sala arazzi ospiterà uno speciale concerto di Natale per voce, cornamuse, fisarmonica, flauto, nychelharpa, salterio ad arco, campanelli. Con Angela Batoni, Alessandro Ferrarese, Luciano Sberze. l programma prevede canti natalizi della tradizione "Cantare la stella" e ninnenanne venete e toscane.

Ingresso libero e gratuito. Sarà l’occasione per uno scambio di auguri natalizi.