Il Museo e la città. Itinerari tematici alla scoperta di Trento

Sabato 21, 28 ottobre e 4, 11 novembre ore 10.00

Sabato 21 ottobre si terrà il primo dei quattro appuntamenti previsti per l'edizione autunnale della fortunata rassegna Il Museo e la città. Itinerari tematici alla scoperta di Trento, un’iniziativa promossa dal Museo Diocesano Tridentino che terminerà sabato 11 novembre 2017. L'attività, rivolta al pubblico adulto, intende far conoscere il rapporto vivo e multiforme che esiste tra il Museo e la città, tra il patrimonio custodito nelle sale di Palazzo Pretorio e la storia e l'arte presenti nelle chiese, nelle piazze, nelle vie e nei palazzi di Trento. Ogni appuntamento sarà caratterizzato da un diverso tema, sviluppato attraverso la combinazione di una visita guidata in museo - a contatto con le opere della collezione permanete - e di un percorso a piedi in città, nelle strade del centro storico di Trento.

Per partecipare agli incontri è necessario prenotarsi telefonando al numero 0461.234419 entro le ore 17.00 del venerdì precedente l'iniziativa; è possibile iscriversi ad uno o più percorsi. Il costo di ciascun incontro è di 5 euro, ad eccezione dell'appuntamento di sabato 21 ottobre, che viene offerto gratuitamente nell'ambito delle Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiastici. Tutti gli itinerari iniziano alle ore 10.00 presso la biglietteria del museo.

 

Programma

Sabato 21 ottobre, ore 10.00
Una città dipinta: Francesco Verla e gli affreschi rinascimentali a Trento

In occasione della mostra Viaggi e incontri di un artista dimenticato è stata attribuita a Francesco Verla la perduta decorazione ad affresco del Municipio Vecchio in via Belenzani a Trento. La scoperta aggiunge un importante tassello nella storia dell'arte cittadina e fornisce l'occasione per parlare della ricca decorazione ad affresco che nel passato ornava le vie del centro storico cittadino. Il tempo e le trasformazioni urbane hanno cancellato molte di queste testimonianze artistiche, ma la bellezza è comunque rimasta sotto i nostri occhi: fregi, storie, cornici, medaglioni e personaggi sono solo in attesa di essere riscoperti e osservati. L'itinerario prenderà il via dagli affreschi esposti nell'ambito della mostra per poi proseguire in città, dove si analizzeranno alcune tra le più belle e interessanti facciate di epoca rinascimentale.

 

Sabato 28 ottobre, ore 10.00
I Lodron a Trento: arte, memoria e potere dinastico

L'incontro permetterà di conoscere la storia di questa importante famiglia trentina attraverso un itinerario che si concluderà nelle sale affrescate di palazzo Lodron in Via Calepina. Nonostante l'aspetto esterno si presenti tutto sommato anonimo, Palazzo Lodron è un edificio di notevolissima importanza storica e artistica per il ciclo pittorico che orna i soffitti e i fregi delle sale interne, un unicum nel panorama locale e sicuramente il più rilevante della seconda metà del Cinquecento in terra trentina. Realizzata a più riprese tra il 1583 e il 1588 da artisti di diversa estrazione culturale e provenienza, la decorazione celebra le gesta eroiche dei condottieri Lodron nell'ambito delle guerre di religione combattute ai confini dell'Impero tra cattolici e musulmani lungo tutto il corso del XVI secolo. La visita al Palazzo è possibile grazie alla preziosa collaborazione del Tribunale Regionale di Giustizia amministrativa del Trentino Alto Adige, Sede di Trento.

Sabato 4 novembre, ore 10.00
La città dei morti

Dentro e insieme alla città di Trento vive un mondo parallelo che non sappiamo più vedere: è la città dei morti, fatta di monumenti, tombe, targhe e luoghi un tempo dedicati al ricordo di chi ci ha preceduto. Il percorso intende far emergere le tracce di questo passato per riflettere sul rapporto del mondo odierno con la morte e per scoprire simboli, allegorie e curiosità collegati al tema.


Sabato 11 novembre, ore 10.00
Dietro i ponteggi: il restauro delle facciate di Palazzo Pretorio

Entro la fine dell'anno terminerà il restauro delle facciate di Palazzo Pretorio, sede del Museo Diocesano Tridentino dal 1963. I lavori, che hanno coperto per alcuni mesi il prospetto di uno degli edifici più fotografati della città, sono l'occasione per riscoprire la storia di questo antico palazzo e per conoscere le moderne tecniche di restauro applicate ai beni culturali. Interverranno all'incontro i restauratori del Consorzio Ars - Conservazione Restauro di Beni Culturali ai quali è stato affidato il restauro del Palazzo.