Story-telling: come raccontare una storia in immagini

Workshop condotto da Stefano Schirato

Sabato 23 marzo 2019, ore 9.00-17.00

Nell'ambito della mostra Terra Mala. Viaggio nella Terra dei fuochi, il Museo Diocesano Tridentino propone nella giornata di sabato 23 marzo un workshop con Stefano Schirato, autore delle fotografie esposte.

La proposta è aperta a tutti, ma destinata in particolare
 a chi vuole avvicinarsi al mondo della fotografia di reportage. Come si raccontauna storia in immagini? Che linguaggio si utilizza? Come si approcciano le persone? E come si raccontano? 

Il workshop viene proposto a numero chiuso ed è necessario iscriversi telefonando al numero 0461.234419 entro domenica 17 marzo. Quota di partecipazione € 65,00. Il workshop verrà attivato con un numero minimo di 8 partecipanti.

Programma

9.00 -11.30 Ideazione, costruzione, progettualità

  • Come nasce l’idea della storia: esempi, esperienze, casistiche
  • Come si progetta la realizzazione della storia: ricerca, organizzazione, viaggio, ricerca di contatti sul territorio; gestione dei rapporti con la realtà/persone da fotografare
  • Come si costruisce uno script visivo: definizione della trama, percorso del racconto

11.30 – 13.00 Meantime: il concetto di attesa, tempo di sospensione tra progetto e ripresa

  • Saper aspettare, sedimentazione dell’idea
  • Sul campo: esempi di reportage ripresa
  • Capacità di osservazione e apertura nei confronti del soggetto
  • Capacità di lasciarsi sorprendere. Pronti a cambiare idea

13.00 -14.00 Pausa

14.00 -17.00 Laboratorio pratico, selezionare, discernere

  • Come si realizza la selezione delle immagini del racconto:
  • editing delle storie fotografiche: editing di primo livello
  • editing di secondo livello

Stefano Schirato

Stefano Schirato nasce a Bologna nel 1974, dove si laurea in Scienze Politiche. Lavora come fotografo freelance con un attento interesse sui temi sociali da più di 20 anni. Collabora con diverse riviste, associazioni e ONG come Emergency, Caritas Internationalis, ICMC, per le quali ha partecipato a progetti sui diritti umani, crisi dei rifugiati e immigrazione clandestina. I suoi lavori sono stati pubblicati dal The New York Times, CNN, Newsweek Japan, Vanity Fair, Al Jazeera, Le Figaro, Geo International, Burnmagazine e National Geographic tra gli altri.

Ha diverse ricerche in corso in Europa dell’Est e in Africa sulla crisi dei rifugiati e, negli ultimi 4 anni, ha portato avanti il progetto Terra Mala sull'inquinamento e la corruzione nel sud Italia. Il suo ultimo lavoro sulla crisi dei rifugiati lungo la rotta balcanica "One Way Only" è stato esposto nella Camera dei Deputati a Roma dalla Presidente Laura Boldrini. Stefano vive a Pescara e, dal 2014, insegna fotogiornalismo alla Mood Photography, scuola di cui è socio fondatore.