L'altro immaginato

Percorso di ricerca

Il percorso si propone di stimolare i più piccoli a riflettere sui modi di rappresentare l’altro e l’altrove. Da sempre, per superare la paura dell’ignoto e del diverso, si è fatto ricorso all'uso di stereotipi che hanno finito per modellare la nostra immagine e quella degli altri. Per meglio comprendere i meccanismi sottesi alla produzione di vecchi e nuovi stereotipi, i bambini saranno invitati a rappresentare graficamente un abitante di un pianeta lontano. Le loro immagini saranno poste a confronto con quelle pubblicate nel Liber Chronicarum (Norimberga 1493) dove gli abitanti delle terre sconosciute sono ritratti con sembianze mostruose. In museo verranno quindi prese in esame le opere che presentano l'altro secondo precisi stereotipi e consolidati schemi iconografici. Verrà infine stabilito un parallelo con i protagonisti delle fiabe o dei film d’animazione dove - non a caso - i personaggi negativi sono accomunati da analoghe caratteristiche fisiognomiche: a differenza della principessa buona, ad esempio, la strega cattiva ha sempre viso affilato, mento sporgente, naso lungo e adunco...

Per chi: primaria