Bentornata Sant'Agata!

Il recupero della scultura di Commezzadura

Questa mattina i carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale (Tpc) di Udine hanno restituito all'Arcidiocesi di Trento una statua lignea policroma del 1512 raffigurante Sant'Agata, rubata dall'omonima chiesa di Commezzadura nel luglio del 1984.

La consegna è avvenuta in Museo, dove i carabinieri hanno restituito la preziosa scultura all'arcivescovo S.E. Monsignor Lauro Tisi, Arcivescovo di Trento. Le vicende che hanno portato al recupero dell'opera sono state illustrate dal Maggiore Lorenzo Pella, Comandante del nucleo carabinieri tutela patrimonio culturale (TPC) di Udine: in seguito ad una segnalazione di un cittadino di un piccolo centro della Baviera, i carabinieri hanno dato avvio alle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Trento.

In occasione della conferenza stampa di presentazione sono intervenuti anche il dott. Sandro Raimondi, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trento e il dott. Domizio Cattoi, conservatore del Museo Diocesano Tridentino, che ha contestualizzato l'opera dal punto di vista storico-artistico.

L'opera è stata momentaneamente depositata presso il nostro Museo.